FITODEPURAZIONE E PERMACULTURA

permacultura

FITODEPURAZIONE E PERMACULTURA

La sinergia tra uomo e natura si esprime in modi differenti. La permacultura è un metodo per progettare e gestire paesaggi antropizzati in modo che siano in grado di soddisfare i bisogni della popolazione quali cibo, fibre ed energia e al contempo presentino la resilienza, ricchezza e stabilità di ecosistemi naturali. E’ un concetto ampio dove la fitodepurazione diventa strumento indispensabile per gestire la risorsa acqua in un’ottica di risparmio, riuso e recupero dei nutrienti. Questa primavera ci è stata affidata dalla cooperativa Valdibella di Palermo l’incarico di progettare la gestione delle acque aziendali utilizzando tecniche sostenibili quali la fitodepurazione e la permacultura. Abbiamo formato un team di lavoro insieme ai due ingegneri ambientali siciliani Simona Tricarichi e Danilo Colomela del centro di permacultura Thar Do Ling. Le acque reflue della cooperativa contenenti i residui di lavorazione dei prodotti agroalimentari (pasta di mandorle, paté di olive, pesto alla siciliana, ecc.) saranno trattate in un impianto di fitodepurazione a flusso sommerso orizzontale impermeabilizzato in argilla ed insieme a quelle meteoriche confluiranno in un lago e saranno riutilizzate per irrigare aree verdi e frutteto. E’ invece appena terminata la costruzione di un impianto di fitodepurazione presso il cohousing Casacabriolo di Fidenza. Anche qui la ristrutturazione degli edifici ha seguito la filosofia della permacultura e della sostenibilità. Le acque depurate serviranno per l’irrigazione a goccia di un orto sinergico.