AUA e FITODEPURAZIONE

Agriturismo-campagna

AUA e FITODEPURAZIONE

AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) e FITODEPURAZIONE

Da qualche anno è stata introdotta per tutte le aziende con partita IVA l’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)  una specifica forma di autorizzazione introdotta dal D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 (in vigore dal 13 giugno 2013) per semplificare gli adempimenti amministrativi ambientali, e rilasciata dallo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP). La disciplina sull’AUA si applica alle piccole–medie imprese (PMI), oltre che agli impianti non soggetti alle disposizioni in materia di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). L’AUA sostituisce gli atti di comunicazione, notifica ed autorizzazione in materia ambientale compresa  l’autorizzazione agli scarichi (art. 124 e ss., D.L.vo n. 152/2006); comunicazione preventiva per l’utilizzo agronomico degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e dalle acque reflue delle medesime aziende (art. 112, D.L.vo n. 152/2006); autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti (art. 269, D.L.vo n. 152/2006); autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli impianti e le attività in deroga (art. 272, D.L.vo n. 152/2006);  il nulla osta per il rilascio di concessioni edilizie relative a nuovi impianti ed infrastrutture adibiti ad attività produttive, sportive e ricreative e a postazioni di servizi commerciali polifunzionali ai sensi della L. n. 447/1995 (Legge quadro sull’inquinamento acustico); autorizzazione all’utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura (art. 9, n. D.L.vo 99/1992); comunicazioni in materia di autosmaltimento e recupero di rifiuti (artt. 215 e 216, D.L.vo n. 152/2006). La fitodepurazione permette la depurazione di acque reflue domestiche, assimilate a domestiche e industriali con scarico in acque superficiali o sul suolo e rientra pertanto come trattamento appropriato previsto D. Lvo 152/06 art. 105 e punto 3 all.5 alla parte Terza utilizzabile da tutte le aziende agricole o agrituristiche soggette ad AUA che non sono allacciate alla fognatura pubblica.